Ultima modifica: 3 giugno 2018

29^ Edizione StraPalagiano

Domenica 27 maggio 2018

L’appuntamento è in via Del Tricolore, dinanzi alla struttura MIROPAClub. Tutti i membri dell’istituto       (docenti e alunni), indossano la maglietta confezionata appositamente per l’occasione, ognuno ha il pettorale con il numero identificativo indispensabile per la classifica di arrivo. Quest’anno c’è una novità, un concorso sulla motivazione “Io corro perché …. ” All’arrivo si dovrà consegnare il pettorale e tra tutte le frasi pervenute una commissione ne sceglierà 10 (le più significative, simpatiche, ironiche, …) da pubblicare sulla pagina facebook di MIROPAClub. Dopo le foto di gruppo pian piano ci prepariamo per la partenza e alle ore 18,00 finalmente il lungo serpentone di partecipanti inizia ad allungarsi. Intorno a noi tanta allegria e partecipanti di tutte le età, anche mamme con passeggini, sembra un vero e proprio fiume di gente. Ci manteniamo in posizione centrale, anche se sappiamo che la corsa non è “proprio” nelle nostre gambe, non abbiamo fatto degli allenamenti, ma piano piano ognuno di noi prende il proprio passo e il proprio ritmo, sempre convinti di riuscire a superare il traguardo entro le due ore previste. Il percorso, di 4 km, dopo un tratto per le vie del paese, si snoda per le strade di campagna. I docenti incitano gli alunni a non demordere e la frase che si ripete è “Forza, forza che siamo forti, volete farvi battere dai docenti?”. L’atmosfera competitiva, la responsabilità della partecipazione come Istituto, unita alle motivazioni personali di ognuno ci ha fatto raggiungere il traguardo nel rispetto dei tempi stabiliti anzi dopo un’ora abbondante siamo tutti all’arrivo. Il percorso è favorito dal clima conviviale, dal calore del sole al tramonto, dai visi sorridenti di compagni e conoscenti che ci sorpassano o che noi superiamo. All’arrivo ci accolgono gli organizzatori, a tutti viene distribuita l’acqua e che  meraviglia … un gelato ! Dopo il gradevole ristoro assistiamo ad alcune esibizioni sportive e solo dopo una lunga attesa inizia la premiazione. Sentire chiamare il nostro istituto per riceve una coppa come scuola partecipante ci fa sobbalzare e gridare di gioia ma la gioia cresce quando ci rendiamo conto che arrivano più riconoscimenti: una medaglia è assegnata per le rispettive categorie all’insegnante Montenegro Carmela, seconda e  Montemurro Carmela, terza, all’alunna Carriero Veronica della classe 3^ B di scuola secondaria di primo grado, terza classificata  e ancora a  Dibello Andrea, scuola primaria, 3^ B ( 8 anni ), secondo classificato e al piccolo Dibello Alessandro, scuola dell’infanzia sez. G (4 anni) Questa esperienza, che si ripete da anni, vuole educare gli alunni  a mettersi alla prova, a non arrendersi dinanzi alle difficoltà e alla fatica, quello che conta è mettersi in gioco. E’ positiva la presenza dei genitori che affiancano i propri figli in una attività sportiva sana e per alcune ore disintossicante dall’uso improprio dei cellulari,  il tutto in una cornice di persone positive e gioiose, un  gruppo che, durante tutto il cammino si sostiene, si incita e sprona a non arrendersi. Allora che dire  “appuntamento alla 30a edizione !”.

                                                                                                             Prof.ssa  Isabella Addabbo




Link vai su