Ultima modifica: 4 giugno 2018

Un anno scolastico all’insegna dello sport

Lo sport è un mezzo educativo importante in quanto offre un significativo contributo allo sviluppo globale del bambino; il bisogno di muoversi nell’età scolastica del I ciclo è particolarmente vivo e intenso.

Il ruolo del gioco nei primi anni di vita e di scuola è fondamentale, perché il movimento (attraverso il gioco e il gioco-sport) condiziona sia i futuri apprendimenti, sia l’acquisizione delle capacità e delle abilità motorie, che rappresentano il presupposto per un’interazione ottimale individuo –ambiente e assicura una migliore e completa strutturazione dell’immagine di sé. Contemporaneamente ai processi di sviluppo cognitivo ed affettivo, attraverso il gioco e il gioco sport il bambino sperimenta momenti di socializzazione, di condivisione e di confronto, riconoscendo il valore delle regole e l’importanza del loro rispetto. Il corpo entra nella scuola, assumendo importanza non solo come fisico da educare e potenziare, ma come strumento di conoscenza, di espressione e comunicazione tra le persone.

La nostra scuola  ha sempre attribuito all’attività motoria un ruolo centrale e ha usufruito delle opportunità offerte dalle risorse europee, nazionali e territoriali per promuoverla, avvalendosi di figure esperte nel settore per implementare l’offerta formativa.

In particolare, in quest’anno scolastico, l’offerta è stata più ricca in quanto oltre al Progetto “Sport di classe” per le classi 4^ e 5^ di Scuola Primaria, gli incontri con gli esperti di minitennis e di minivolley, la partecipazione ai “Giochi sportivi studenteschi” in ambito provinciale, gli alunni hanno fruito del Progetto nazionale “Racchette di classe”, in collaborazione con il Circolo Tennis Palagiano, dei moduli del Progetto PON – FSE “Progetti di inclusione sociale e lotta al disagio nonché per garantire l’apertura delle scuole oltre l’orario scolastico soprattutto nella aree a rischio   Io come il nonno” e “Dal gioco allo sport”.

Come si può facilmente intuire, tutte le proposte attuate hanno coinvolto gli alunni e li hanno entusiasmati: le attività sportive effettuate hanno risposto al loro bisogno di movimento.

A conclusione dell’anno scolastico, i tradizionali giochi di fine anno, effettuati nella “Settimana dei ragazzi” si sono sposati con la  “XV Giornata Nazionale dello Sport”,  festa  che si svolge contemporaneamente su tutto il territorio Nazionale, dal 2003, la prima domenica di giugno. In collaborazione con l’Associazione culturale sportiva “A.C. Palagiano” e l’Amministrazione Comunale, venerdì 1 giugno si è celebrata una grande festa all’insegna dello sport e della promozione di tutte le discipline sportive.

 

La giornata è stata incentrata, quest’anno, sul tema “Lo sport difende la natura“, vicino alle istanze declinate dal CIO attraverso l’Agenda 2020, nella quale la sostenibilità ambientale viene identificata come una delle finalità da perseguire, partendo dalla responsabilità che lo sport ha dal punto di vista educativo e sociale anche nel preservare, tutelare e valorizzare la natura.

Nella mattinata del 1 giugno nel campo di calcio del quartiere “Bachelet” e nel piazzale attiguo  sono state attività sportive con il coinvolgimento  dei due  istituti comprensivi del territorio.

Per gli alunni è stata un’esperienza gioiosa; hanno ripercorso alcune tappe del percorso di ed. motoria svolto nell’anno scolastico e hanno vissuto, al contempo, momenti di socializzazione, di condivisione, di integrazione, utilizzando il gioco e lo sport come mediatori e facilitatori dell’esperienza di conoscenza e di relazione.

 

Rocchina GENTILE

 




Link vai su