Ultima modifica: 13 giugno 2018

Notte bianca II edizione

Sogno di una notte di fine anno tra tradizione e intercultura II edizione: l’Istituto Comprensivo “Gianni Rodari” saluta l’anno scolastico 2017-18

Lunedì 11 giugno 2018 presso il plesso di scuola Primaria “Gianni Rodari” si è tenuta la II edizione dell’iniziativa “Sogno di una notte di fine anno tra tradizione e intercultura”.

La scuola, per il secondo anno consecutivo, ha dedicato una serata al personale scolastico e alle famiglie per vivere in maniera alternativa la fine dell’anno scolastico.

Si è replicato, infatti, con un maggior numero di partecipanti, l’evento realizzato lo scorso anno scolastico con la finalità di mostrare all’utenza una rendicontazione delle numerose attività realizzate nei tre ordini di scuola durante l’anno scolastico in un clima di festa e di condivisione.

La scuola, anche attraverso la realizzazione di questo evento, ha voluto quindi aprirsi ancora di più all’utenza   per consolidare il patto educativo scuola – famiglia – territorio.  Esso, difatti, ha anche visto la partecipazione di alcune Associazioni del territorio con cui l’Istituto collabora quotidianamente in attività e iniziative di arricchimento dell’offerta formativa (Legambiente, Slow Food, Svegli – ARCI, LIBERA, Croce Rossa, Il Cantiere) che hanno proposto attività laboratoriali durante la serata, e dell’Amministrazione del Comune di Palagiano, che ha messo a disposizione le proprie risorse per la sua buona riuscita.

Il tema dell’evento è stato l’inclusione, in linea con le attività realizzate con i Progetti “Scuola Amica- UNICEF”, “Erasmus plus Hestia”, l’iniziativa natalizia e il Progetto PON/FSE “Insieme realizziamo i nostri sogni”.

 

La serata si è svolta con successo grazie all’aiuto prezioso dato dai Genitori che hanno collaborato nell’allestimento delle postazioni nel cortile della scuola. Un ringraziamento particolare va a Mariangela Darretta, Presidente del Comitato dei Genitori, che ha coadiuvato il gruppo di lavoro nell’organizzazione e nella comunicazione delle attività programmate.

Le esibizioni dei bambini hanno avuto inizio alle ore 17,00 nell’auditorium con i saggi musicali di fine anno relativi al progetto di affiancamento di ed. musicale in orario currcolare. Il maestro Luciano Pirulli, che ha tenuto le attività progettuali, ha guidato sia i piccoli della scuola dell’Infanzia sia i più grandicelli di Scuola Primaria nell’esecuzione di brani strumentali.

A seguire i ragazzi di Scuola secondaria di I grado hanno eseguito, in collaborazione del Coro GLEE CORUS dell’Associazione IL CANTIERE, altri brani vocali e strumentali. Si è colta l’occasione per effettuare la manifestazione finale del modulo del Progetto PON/FSE “Cantare fa sognare”, che ha fruito della competenza della maestra Daria Palmisano, che ha collaborato con la Prof. Isabella Addabbo, nella preparazione dei ragazzi.

Nel cortile altre esibizioni canore, accompagnate da coreografie, si sono susseguite e hanno visto protagonisti tutti gli alunni della scuola, perfino i più piccini della Sezione “Primavera”.

Alla fine delle esibizioni, il momento conviviale della cena nel cortile, illuminato, risonante di gioia e rallegrato dalle note del gruppo “Per un pugno di funk”.

La scuola ha vissuto le caratteristiche positive della comunità; dall’aula unico e chiuso ambiente di apprendimento, si è passati ad una dimensione più larga in cui hanno fatto da padrone la “densità delle relazioni affettive e relazionali”.

L’Ins. Rocchina Gentile




Link vai su